Fondo ex fissa - Normativa precedente all'accordo FIEG-FNSI 24 giugno 2014

 

Normativa precedente all'accordo FIEG-FNSI 24 giugno 2014.

 

A chi spetta
Requisiti
Diritto al pagamento della prestazione
Misura della prestazione
Documentazione
Normativa di riferimento

Ufficio competente
 

 

FONDO INTEGRATIVO CONTRATTUALE (EX FISSA)

 

Il Fondo integrativo contrattuale (ex fissa) è un trattamento previdenziale integrativo alimentato da uno specifico contributo a carico degli editori, che nasce da una convenzione stipulata in data 22 gennaio 1986 tra Fieg-Fnsi-Intersind-Rai e disciplinata da apposito regolamento. Il ruolo dell’Inpgi è quello di gestire per conto terzi il Fondo che ha una propria contabilità separata.

 

A chi spetta

Ai giornalisti professionisti titolari di un rapporto di lavoro subordinato regolato dagli artt. 1, 2, 12 del Contratto nazionale di lavoro giornalistico soggetto a contribuzione obbligatoria all’Inpgi, così come previsto dalla norma integrativa dell’art. 27 del c.n.l.g. e regolamentato dall’accordo riportato nell’allegato G del c.n.l.g.

 

Requisiti

Gli iscritti alla gestione del Fondo maturano il diritto alla prestazione in occasione di: 

  • Risoluzione del rapporto di lavoro ai sensi dell’art. 33 del c.n.l.g., primo comma (60 anni di età e almeno 3 anni di anzianità di servizio presso la stessa azienda), terzo comma (65 anni di età) e quarto comma (nei casi di crisi aziendale ai sensi della legge n. 416/1981, con 35 anni di anzianità contributiva previdenziale e 60 anni di età nel 2011 e 2012, 61 anni nel 2013 e 62 anni dal 2014);
  • Dimissioni dopo almeno quindici anni di servizio presso la stessa azienda;
  • Dimissioni dopo almeno dieci anni di servizio presso la stessa azienda avendo superato il 55° anno di età;
  • Risoluzione del rapporto di lavoro per decesso dell’iscritto quando sussista il diritto alla pensione per i superstiti previsti dal Regolamento dell’I.N.P.G.I.  
     

torna in alto

 

Diritto al pagamento della prestazione

L’indennità maturata può essere liquidata, su domanda del giornalista, quando questi abbia chiesto e ottenuto il trattamento di pensione a carico della Gestione Sostitutiva dell’Assicurazione Generale Obbligatoria gestita dall’Inpgi.

 

Misura della prestazione

  • Base di calcolo: retribuzione denunciata dall’Azienda all’Inpgi ai fini contributivi nel mese antecedente la risoluzione del rapporto di lavoro.
  • Numero delle mensilità spettanti: in base alla qualifica rivestita dal giornalista al momento della risoluzione del rapporto di lavoro, come da schema sottoindicato:

 

 


QUALIFICA NUMERO MENSILITA' SPETTANTI
Corrispondente
Redattore ordinario / Collaboratore / Vice capo servizio / Redattore esperto / Telecineoperatore 7
Capo servizio / Inviato/Redattore senior 8
Vice capo Redattore 9
Capo Redattore 10
Direttore / Condirettore / Vice Direttore 13
   
Le suddette misure sono aumentate di n. 1 mensilità per tutti i giornalisti che al momento della risoluzione del rapporto di lavoro abbiano una anzianità di servizio continuativa di almeno venti anni presso la stessa azienda (con esclusione dei Corrispondenti ex art. 12 del CNLG).

 

torna in alto

 

Documentazione

 

Richiesta di liquidazione della prestazione all’atto del pensionamento

Il giornalista deve presentare la relativa domanda (Mod. PR/FC/1) corredata dalla documentazione aziendale (Mod. PR/FC/2).

 

Richiesta di accantonamento della prestazione:

In caso di cessazione del rapporto di lavoro prima del diritto al pensionamento, il giornalista che ha maturato i requisiti previsti dal Fondo, deve presentare la domanda di accantonamento (Mod. PR/FC/3) corredata dalla dichiarazione aziendale (Mod. PR/FC/2).

Il capitale accantonato viene annualmente rivalutato in base alle variazioni intervenute nell’indice del costo della vita calcolato dall’Istat.

All’atto del pensionamento, l’interessato dovrà presentare la domanda di liquidazione della prestazione accantonata (Mod. PR/FC/4).

 

Richiesta di liquidazione della prestazione da parte degli eredi:

Nel caso in cui il Fondo spetti agli eredi aventi diritto a pensione ai superstiti, gli stessi dovranno presentare le relative domande (Mod. PR/FC/EREDE e/o Mod. PR/FC/EREDE(TUTORE)) corredate dalla dichiarazione aziendale (Mod. PR/FC/2).

 

 

Normativa di riferimento

Ultima Convenzione Fieg-Fnsi-Intersind-Rai e regolamento di attuazione Inpgi dell’8 giugno 1994.

 

torna in alto

 ***

 

Tutta la modulistica può essere reperita nel sito dell’Inpgi nella sezione "MODULISTICA INPGI1" alla voce "Prestazioni – Fondo Integrativo" ovvero presso gli Uffici di corrispondenza dell’Inpgi.

 

UFFICIO COMPETENTE
Servizio Prestazioni
Settore Gestione Fondo Integrativo

Roma - Via Nizza, 35

  

 

torna in alto