Procedura per l'affidamento del servizio di Risk Management - CIG n.7113098A27 - Risposta ai quesiti

 

QUESITO N. 1  POSTO CON MAIL DEL 12 LUGLIO 2017



1) QUESITO

Con riferimento ai REQUISITI DI IDONEITÀ PROFESSIONALE si chiede di indicare se gli stessi in caso di RTI debbano essere posseduti da tutte le singole imprese partecipanti (rif. Pag. 5 lettere a,b,c del Disciplinare di gara).

           RISPOSTA
 
La risposta al quesito in oggetto è affermativa: i requisiti di idoneità professionale debbono essere posseduti in caso di RTI da tutte le singole imprese partecipanti, anche attraverso l’istituto dell’avvalimento

**************
2) QUESITO

Con riferimento specifico alla stabile organizzazione in Italia, si chiede di indicare le modalità attraverso cui poter attestare la presenza di tale requisito da parte della società partecipante.


           RISPOSTA

La presenza del requisito della stabile organizzazione in Italia potrà essere attestato con l’iscrizione alla Camera di Commercio, con un atto pubblico, con i documenti ufficiali dell’impresa e/o con  qualunque altro mezzo idoneo equipollente.


*****************
3) QUESITO

Con riferimento ai REQUISITI ECONOMICO-FINANZIARI si chiede di specificare se il riferimento è ad un fatturato “cumulato” per i tre anni indicati, oppure ad un fatturato annuo.

          RISPOSTA
Il riferimento è da intendersi al fatturato “cumulato” per i tre anni indicati nel disciplinare di gara.

*****************

4) QUESITO

Con riferimento alle 6 risorse minime da allocare, si chiede se devono essere allegati, nella documentazione da presentare, i CV con i profili per le risorse umane allocate.

         RISPOSTA

La risposta è affermativa anche se la mancata allegazione non è motivo di esclusione



****************

5) QUESITO

Riguardo ai profili, si chiede di specificare se sono indispensabili specifici profili professionali (pena l’esclusione) appartenenti a specifiche categorie / albi professionali e inquadrati secondo uno specifico rapporto di lavoro con la società partecipante.

                RISPOSTA

La risposta è la seguente: non sono richiesti (tanto meno a pena di esclusione) specifici profili professionali né specifici rapporti di lavoro con la società partecipante; in ogni caso, in conformità a quanto previsto dall’art. 83, comma 6, è ovviamente necessario che le risorse umane impiegate nell’appalto abbiano le capacità professionali e tecniche necessarie affinché l’impresa aggiudicataria sia in grado di eseguire l’appalto con l‘adeguato standard di qualità richiesta in sede di gara.  



                                                                                                    Data pubblicazione 17 luglio 2017

 

QUESITO N. 2  POSTO CON MAIL DEL 13 LUGLIO 2017



1) QUESITO

Con riferimento alla gara  CIG n. 7113098A27 vi chiediamo la cortesia di valutare, qualora la nostra società dovesse risultare aggiudicataria, l’inserimento di una clausola nella bozza di contratto che stabilisca la limitazione della nostra  responsabilità, condizione richiesta dal nostro Gruppo di appartenenza che, in quanto realtà quotata, non potendo altrimenti partecipare alla gara.
E’ possibile dunque inserire nel contratto la seguente clausola:

Limitazione di Responsabilità. Nel caso in cui i servizi resi dalla società non rispettino i requisiti concordati, INPGI dovrà prontamente comunicare tale circostanza, e la società  renderà nuovamente il servizio non conforme senza addebiti supplementari o, in alternativa ed alla sua insindacabile discrezione, rimborserà la parte degli onorari professionali già pagata da INPGI per tali servizi.
Qualora la nuova fornitura dei servizi o il rimborso dei relativi oneri professionali non siano sufficienti a risarcire i danni causati, la responsabilità complessiva della società e dei suoi amministratori, dirigenti, impiegati, dipendenti, agenti e sub-appaltatori (congiuntamente, le “Persone Correlate”) verso INPGI  a titolo di responsabilità contrattuale, extracontrattuale, inadempimento, violazione di legge o ad altro titolo e per qualsiasi perdita derivante da o connessa con i servizi prestati dalla società, non potrà superare complessivamente il maggiore tra: (a) 250.000 Euro, oppure (b) l’ammontare complessivo delle somme pagate per i servizi prestati dalla società. In ogni caso, nulla potrà escludere o limitare la responsabilità della società o delle Persone Correlate in caso di: (a) morte o lesione personale risultante dalla negligenza della società o di una delle Persone Correlate; (b) dolo o colpa grave; (c) frode; o (d) altra forma di responsabilità che non possa essere limitata ai sensi della legge applicabile.

               RISPOSTA
 
La risposta è affermativa


2) QUESITO

Si chiede conferma che per i requisiti di carattere professionale di cui al punto III.2.2. del disciplinare di gara “iscrizione all’albo Consob delle Imprese di investimento di cui all’art. 20 del D.Lgs. 58/1998 e all’allegato elenco delle imprese di investimento con e senza succursale, che non abbiamo subito provvedimenti ingiuntivi dall’autorità di vigilanza ai sensi del titolo IV, capo I, D.Lgs. 58/1998” e “Presenza di una stabile organizzazione nel territorio della Repubblica Italiana”, possano essere oggetto di avvalimento.


            RISPOSTA

La risposta è affermativa.



                                                                                                    Data pubblicazione 17 luglio 2017