Circolare n. 7 del 31/10/2019

SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE 

 

Circolare n. 7 del  31/10/2019      

                                                                A TUTTE LE AZIENDE  E AMMINISTRAZIONI  ISCRITTE

                                                                Mediante pubblicazione sito internet dell’Istituto

                                                         e p.c.

                                                                 ALLA   F.N.S.I.

                                                                 ALLA   F.I.E.G.

                                                                 ALLA   AERANTI/CORALLO

                                                                 ALL’UNIONE STAMPA PERIODICA ITALIANA

                                                                 AGLI  UFFICI  DI  CORRISPONDENZA INPGI

                                                                 ALLA  CASAGIT

                                                                  Loro sedi

 

OGGETTO:

Regime previdenziale per i giornalisti  titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa – Variazione aliquote contributive;

Variazione contributo integrativo liberi professionisti.

 

Al fine di migliorare il livello delle prestazioni previdenziali ed assistenziali a favore degli iscritti, il Comitato Amministratore - con atto deliberativo n. 7/2017 - ha avviato un processo di revisione del Regolamento di attuazione delle attività di previdenza a favore degli iscritti alla Gestione separata. Tale processo, che ha seguito un complesso iter amministrativo, dopo varie interlocuzioni con i Ministeri vigilanti, si è completato con l’adozione della delibera n. 8 del 19/04/2019.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con nota  n. 12623 del 10 ottobre  2019 ha approvato la suddetta delibera (avviso pubblicato nella G.U. – serie generale – n. 255 del 30/10/2019).  

 

REGIME   PREVIDENZIALE PER I GIORNALISTI  TITOLARI DI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA – VARIAZIONE ALIQUOTE CONTRIBUTIVE

 

Tra le varie misure previste dal nuovo Regolamento di attuazione delle attività di previdenza a favore degli iscritti alla Gestione separata, oltre all’adeguamento delle prestazioni previste per i congedi di maternità/paternità e per i congedi parentali,  è stata introdotta, all’art. 53,  la previsione di un trattamento di disoccupazione a favore dei  collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, iscritti in via esclusiva alla Gestione separata, non pensionati e privi di partita IVA, che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione. L’indennità di disoccupazione è riconosciuta secondo le modalità e criteri previsti dall’art. 15 del decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 e successive modificazioni ed integrazioni.

 

Al fine di garantire la copertura finanziaria di tali nuove prestazioni si è proceduto all’adeguamento delle aliquote contributive (art. 11 del Regolamento).  La misura dell’aliquota contributiva di finanziamento delle prestazioni temporanee, a decorrere dal primo periodo di paga utile  (novembre 2019) è stata elevata dallo 0,72% al  2,00% del compenso lordo.

Pertanto, l’aliquota contributiva da applicare sui compensi dovuti ai giornalisti che svolgono attività lavorativa nella forma della collaborazione coordinata e continuativa, che non risultino contestualmente assicurati presso altre forme obbligatorie  e la relativa aliquota contributiva per il computo delle prestazioni pensionistiche sono così stabilite: 

 

 

Decorrenza dal

IVS  

Prestazion

temporanee

TOTALE    

A CARIDO DEL COMMITTENTE

A CARICO DEL GIORNALISTA

 1/01/2011

26,00 % 

0,72% 

26,72 % 

 17,81 %

8,91 % 

 01/11/2019

26,00 %

2,00 %

28,00 %

18,67 %

9,33 %

 

Al fine di una corretta individuazione dei soggetti interessati, come già illustrato con circolare n. 5 del 9/03/2009, si ricorda che sono considerati “pensionati”  i giornalisti già titolari di un trattamento pensionistico, diretto o indiretto, a carico dell’Assicurazione Generale Obbligatoria o di ogni altra forma di previdenza obbligatoria, compresi i regimi previdenziali dei liberi professionisti. Sono, invece, considerati  già assicurati presso altra forma di previdenza, purché l’attività lavorativa e/o professionale sia svolta contestualmente a quella giornalistica:

  • i lavoratori subordinati con rapporto di lavoro in atto, qualunque sia la forma assicurativa  (assicurazione generale obbligatoria e forme sostitutive o esclusive della medesima), ivi compresi i regimi previdenziali dei Paesi esteri legati all’Italia da accordi bilaterali in materia di sicurezza sociale (per l’elenco dei Paesi esteri vedi circolare INPGI n. 2 del 3/02/2009);
  • gli artigiani, i commercianti, i CD/CM regolarmente iscritti alle rispettive forme assicurative;
  • i liberi professionisti assicurati presso la cassa pensionistica di categoria.

 

Devono, invece, essere considerati privi di altra assicurazione previdenziale i giornalisti che, risultino contestualmente assicurati presso la Gestione previdenziale separata dell’INPS di cui all’art. 2, comma 25, della legge n. 335/1995 o che, in ragione dell’eventuale attività libero professionale, risultino già iscritti presso la Gestione separata dell’INPGI.  

* * * * * * * * * * *

Si informa, infine, che le aliquote contributive riferite ai collaboratori che risultino titolari di trattamento pensionistico o titolari di un rapporto di lavoro assoggettato a contribuzione presso altro regime previdenziale, come sopra definiti,  sono confermate nelle seguenti misure:

Decorrenza dal

IVS  

Prestazion

temporanee

TOTALE    

A CARIDO DEL COMMITTENTE

A CARICO DEL GIORNALISTA

 1/01/2011

17,00 % 

0 % 

17,00% 

 11,33 %

5,67 % 

 

 

Si ricorda che non possono rientrare nella categoria dei “pensionati” i titolari dei trattamenti assistenziali erogati a favore degli invalidi civili.

 

VARIAZIONE CONTRIBUTO INTEGRATIVO LIBERI PROFESSIONISTI

 

Si informa che le modifiche regolamentari introdotte con la citata delibera n. 8 del 19/04/2019 prevedono, a decorrere dal 1/01/2020, anche l’incremento del contributo integrativo dovuto dai giornalisti che svolgono attività professionale autonoma (con partita IVA, con ritenuta d’acconto e/o cessione del diritto d’autore), che dalla predetta data è elevato dal 2 al 4% del reddito lordo.  Si ricorda che, in base alle disposizione di cui all’art. 8 del D.lgs n. 103/1996  gli interessati, per tale contributo,  hanno diritto di rivalsa nei confronti del committente pubblico o privato.

 

AGGIORNAMENTI PROCEDURA  DASM

 

Ai fini dell’utilizzo della procedura DASM (denuncia contributiva mensile) per i periodi contributivi a decorrere dal mese di Novembre 2019 (scadenza di presentazione 16/12/2019), è necessario procedere all’aggiornamento del software relativo a tale procedura.  Gli aggiornamenti saranno resi disponibili nella sezione “notizie per le aziende” del sito internet dell’Istituto www.inpgi.it  entro il 22 novembre 2019.

 

    IL  DIRIGENTE

    Augusto  Moriga