Co.Co.Co. - Tipologie dei contributi

 

Tipologie di contributi

 

Per i giornalisti titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, contrariamente a quanto previsto per i redditi professionali,  a decorrere dal 1° gennaio 2009, la contribuzione è posta per 2/3 a carico del committente e per 1/3 a carico del collaboratore. Il pagamento del contributo ed i relativi adempimenti contributivi  gravano sul committente.

 

 

Aliquote da applicare: caso 1.

Aliquote da applicare sui compensi dei giornalisti CoCoCo che ricadono in uno dei seguenti casi:

  • non sono iscritti ad altre gestioni previdenziali;
  • non sono titolari di pensione diretta o di reversibilità; 
  • versano contributi anche alla Gestione separata Inps (per rapporti CoCoCo non giornalistici);
  • versano contributi volontari all'INPGI 1.

Queste le aliquote applicate:

  • dal 1° gennaio 2009: 18,75%
  • dal 1° gennaio 2010: 23,40%
  • dal 1° gennaio 2011: 26,00%

 

In aggiunta ai contributi previdenziali, è dovuto un ulteriore contributo pari allo 0,72% (2/3 a carico del committente e per 1/3 a carico del collaboratore) destinato al finanziamento di:

  • indennità di maternità;
  • congedo parentale;
  • assegno per il nucleo familiare;
  • indennità giornaliera di malattia e di degenza ospedaliera.

 

Decorrenza dal
IVS
Prestazioni temporanee
TOTALE
COMMITTENTE
GIORNALISTA
01/01/2009
18,75 %
0,72 %
19,47 %
12,98 %
6,49 %
01/01/2010
23,40 %
0,72 %
24,12 %
16,08 %
8,04 %
01/01/2011
26,00 %
0,72 %
26,72 %
17,82 %
8,91 %

 

 

Aliquote da applicare: caso 2.

Aliquote da applicare sui compensi dei giornalisti CoCoCo che ricadono in uno dei seguenti casi:

  • svolge contestualmente attività giornalistica dipendente, e dunque versa contributi ad INPGI 1;
  • svolge contestualmente altra attività che comporta l’obbligo assicurativo presso altre gestioni previdenziali (Inpdap, Enpals, etc.);
  • pensionato.

 

Queste le aliquote applicate:

  • dal 1° gennaio 2009: 12,75%
  • dal 1° gennaio 2010: 15,30%
  • dal 1° gennaio 2011: 17,00%

 

Si ricorda che, per ottenere l'applicazione delle aliquote ridotte, il giornalista dovrà segnalare al committente il possesso di tali requisiti.

 

Importi soggetti a contribuzione

Nell’ambito dei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa sono imponibili tutte le somme corrisposte dal committente connesse al rapporto di collaborazione in atto, determinate con le modalità di cui all’art. 52 del DPR n. 917/1986. 

Non costituiscono reddito e non rientrano nella base imponibile - sulla quale calcolare i contributi dovuti alla gestione separata - le somme che le aziende committenti versano ai propri collaboratori a titolo di rimborso spese, a condizione che:

  • si riferiscano a beni o servizi strumentali alla realizzazione della collaborazione;
  • l’acquisto, da parte del giornalista, sia avvenuto in nome e per conto dell’azienda committente.

Le due condizioni sono concorrenti e non alternative.

 

Ai fini dell’esenzione è necessario, quindi, che sia stata rispettata una semplice regola: all’atto dell’acquisto dei beni oggetto di rimborso il documento fiscale previsto per la specifica tipologia di bene o servizio deve recare come intestataria l’Azienda.

Ad esempio, in tutti i casi in cui, sulla base della normativa tributaria vigente, è prevista l’emissione di una fattura IVA o di una semplice ricevuta di pagamento, queste devono essere intestate all’azienda committente. Nel caso in cui, invece, sia prevista solo l’emissione di uno scontrino, non è necessaria alcuna formalità ulteriore.

Qualora, infine, per l’esecuzione dell’incarico, il collaboratore si sia recato in trasferta (intendendo per tale lo spostamento al di fuori del comune sede di lavoro), si applicano ai relativi rimborsi spese le norma previste per i giornalisti titolari di un rapporto di lavoro dipendente (esenzione per il rimborso delle spese di vitto, alloggio, trasporto nonché, nel limite giornaliero di 15,49 euro per le trasferte nel territorio nazionale e di 25,82 euro per le trasferte all’estero, delle piccole spese non documentabili).